logo_odg.jpg
testata.jpg
Anno II - Newsletter n° 7 - Gennaio 2015 facebook.jpgtwitter.jpgyoutube.jpggoogleplus.jpg
separatore_rosso.jpg

A cura del Gruppo di Lavoro "Iniziative culturali ed editoriali"
separatore_rosso.jpg

icona-penna.jpg
L'intervento

Formazione Continua, il primo bilancio è positivo

La “formazione” ha girato la boa del suo primo anno di vita. Una boa importante visto che i giornalisti italiani mai avevano impostato una così nutrita serie di iniziative tendenti a migliorare la qualità delle loro “conoscenze”, a cominciare da quelle deontologiche. Per la maggior parte degli Ordini regionali, in realtà, non si è trattato di un anno completo di impegni ed iniziative. Per lo più, infatti, vista la novità assoluta della tematica, si è cominciato a mettere in piedi incontri e riflessioni dopo i primi tre o quattro mesi.
Leggi tutto

fpc_formazione.jpg

 

icona-palazzo.jpg
Eventi

La sfida che oggi ci si presenta è reimparare a raccontare

Riportiamo il Messaggio del Papa per la “XLIX Giornata mondiale delle comunicazioni sociali” che sarà celebrata il prossimo 17 maggio. Il testo è stato diffuso il 24 gennaio scorso, nel giorno di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti.
Il tema della famiglia è al centro di un’approfondita riflessione ecclesiale e di un processo sinodale che prevede due Sinodi, uno straordinario – appena celebrato – ed uno ordinario, convocato per il prossimo ottobre. In tale contesto, ho ritenuto opportuno che il tema della prossima Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali avesse come punto di riferimento la famiglia. La famiglia è del resto il primo luogo dove impariamo a comunicare.
Leggi tutto

papa-francesco01.jpg

 
icona-radar.jpg
New media

Giornalisti in direzione sempre più #social. Connettere, dialogare, informare

Le nuove frontiere del giornalismo online e mobile nell'esperienza di Marieva Favoino, giornalista, social media manager e membro attivo del GUSB (Gruppo Uffici Stampa Brianza). 
I social network oggi rappresentano la sfida dell'informazione in tempo reale. Facebook iniziava la sua storia come raccolta di fotografie degli studenti universitari, per diventare poi un’esplosione di contenuti, di immagini, di messaggi e non solo. Twitter in origine assomigliava a una chat, per poi allargare i propri confini e confluire in percorsi narrativi utili a creare una storia vera e propria. O una notizia.
Leggi tutto

socialnetwork.jpg

icona-radar.jpg
New media

Derrick De Kerckhove, il sostenitore dell'augmented reality nei processi comunicativi e della società trasparente

Il sociologo che promuove una nuova forma di espressione artistica, che unisce le arti, l'ingegneria e le nuove tecnologie di telecomunicazione
Derrick De Kerckhove. Un uomo, un professore, un sociologo, un insegnante, uno scrittore, uno dei più conosciuti sociologi di internet a livello mondiale. Ma soprattutto un allievo di Marshall McLuhan, il sociologo canadese sostenitore dell’ipotesi per cui è il mezzo tecnologico a determinare i caratteri strutturali della comunicazione, producendo effetti pervasivi sull'immaginario collettivo, indipendentemente dai contenuti dell'informazione veicolata.

Leggi tutto

 de kerckhove.jpg

icona-libro.jpg
Sullo scaffale 

Quando dietro a un grande campione, c'è anche un grande giornalista

Era l'estate del 1952. L'Italia usciva faticosamente dalla guerra. E il ciclismo , allora sport nazionale più del calcio, veniva a fagiolo per farla dimenticare. Avevamo dei grandi campioni come Fausto Coppi e Gino Bartali (più Fiorenzo Magni, il terzo uomo)  e una voglia potente di risalire la corrente e di darci dei traguardi: di ritrovarci dietro a un simbolo vincente dopo molte umiliazioni. 
L'uomo che incarnava meglio questo spirito nazionale, era Fausto Coppi,  "Fostò" per i francesi, campionissimo per eccellenza. Coppi  era Coppi. Un talento assoluto con le stimmate del predestinato.

Leggi tutto

coppi1.jpg

icona-radar.jpgGiornalismo 2.0

Il cyberlettore e il giornalismo 2.0

Il 48° Rapporto CENSIS sulla situazione sociale dell’Italia, nel 2014, affronta il tema della comunicazione digitale che ha cambiato domanda e offerta d’informazione.
I grandi cambiamenti in corso nel mondo digitale hanno completamente innovato il rapporto con l’informazione: da una parte inducendo nel lettore di notizie, tradizionalmente devoto alla lettura del quotidiano, una mutazione in “cyberlettore” – non solo lettore, ma utente a tutto tondo che, se non abbandona la carta, almeno la integra con i pixel–;
Leggi tutto
 

icona-libro.jpg
Rassegna stampa

Bernstein e Woodward raccontano Bradlee, in trincea nella vicenda del Watergate

Il mitico direttore del “Washington Post”, Ben Bradlee, scomparso il 21 ottobre 2014, è stato ricordato dai due Premi Pulitzer dello “Scandalo Watergate”, Carl Bernstein e Bob Woodward, nel reportage “Tutti gli uomini del direttore” (la Repubblica, 9 novembre 2014).
Leggi tutto

bernstein_woodward.jpg

 

icona sentenze.jpg
Leggi e sentenze

Allarme dall'Ordine dei Giornalisti per la riforma della diffamazione

Il Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, riunito a Roma il 22 gennaio 2015, esprime forte preoccupazione per quanto sta maturando nel dibattito parlamentare in relazione alle modifiche di legge sulla diffamazione a mezzo stampa.
In particolare, tranne l'abolizione della previsione del carcere, alcune modifiche alla vigente legislazione appaiono, se confermate, peggiorative, e tali da mettere ulteriormente a rischio diritti costituzionali: per i cittadini di disporre di una corretta e completa informazione, per i giornalisti di informare. 
Leggi tutto

 

icona-palazzo.jpg
Eventi

PEC, convenzione per i giornalisti

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti ha stipulato una convenzione con la società Namirial per dare la possibilità a tutti gli iscritti di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC) ad un prezzo molto conveniente.Il prezzo concordato è di € 4,50 per la durata di tre anni (1,50 per anno) oltre Iva e rappresenta un costo minimo per ottemperare alle norme che stabiliscono l'obbligo di dotarsi di una PEC per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale (decreto legge 185/2008 convertito nella L. 28 gennaio 2009 n. 2).
Leggi tutto

pec.jpg

 

icona-typewriter.jpgCronache della Storia

Frammenti di storia del giornalismo

1710 - Lo sviluppo della stampa inglese
In Inghilterra, nel 1710, erano vendute annualmente 2 milioni di copie di giornali. Nel 1724, erano pubblicati 3 quotidiani, 10 trisettimanali e 5 settimanali. Nel 1757 i giornali vendevano otto volte di più che nel 1712.

Nel 1776, erano editi 53 giornali. Nel 1753 la tiratura era stata di 7 milioni di copie; salì di mezzo milione nel 1760, a 12.300.000 nel 1776, a 15 milioni nel 1790, a 24.422.000 nel 1811 e a 33 milioni nel 1833.
Nel 1784, Londra aveva 8 quotidiani che salirono a 14 nel 1785.
Leggi tutto
 

icona-palazzo.jpgEventi

Ancona ricorda il primo giornalista caduto nella Grande Guerra

Ad Ancona nel primo centenario della morte è stato ricordato Lamberto Duranti, primo giornalista italiano a cadere eroicamente nella Grande Guerra, combattendo con la Legione Garibaldina nelle Argonne contro i tedeschi.
Duranti fu sepolto con gli onori militari nel cimitero delle Tavernelle di Ancona e sul feretro fu posta la camicia rossa di garibaldino che presentava un largo strappo da un lato e chiazze di sangue. 
Leggi tutto

 duranti.jpg

separatore_rosso.jpg

OG Informazione - Newsletter dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti 
Per non ricevere più OG Informazione fare clic qui