logo_odg.jpg
testata.jpg
Anno III - Newsletter n° 24 - Febbraio 2017                                                                                   
facebook.jpgtwitter.jpgyoutube.jpggoogleplus.jpg
separatore_rosso.jpg

A cura del Gruppo di Lavoro "Iniziative culturali ed editoriali"

separatore_rosso.jpg








Professione
Giornalismo, la crisi della professione

Il giornalismo in Italia non sta attraversando un bel periodo. Ecco la presentazione del rapporto annuale di Lsdi redatto dal consigliere nazionale Pino Rea. 
Il lavoro autonomo rappresenta ormai il 65,5% dell' attività professionale dei 50.674 giornalisti iscritti all' Inpgi (su 103.295 iscritti all’  Ordine alla fine del 2015, esclusi stranieri ed elenco speciale), ma oltre otto free lance su 10 (l' 82,7%) ricavano meno di 10.000 euro lordi all' anno per il loro lavoro.

Sono alcuni dei dati contenuti nel Rapporto sulla professione giornalistica relativo al 2015, curato, come negli anni scorsi, da Pino Rea
.










papa


editoria
Editoria
"La Stampa": una storia lunga 150 anni

“La Stampa”, che il 9 febbraio scorso ha compiuto 150 anni, è raccontata in quasi 500 fotografie e documenti provenienti  dall'archivio storico del quotidiano torinese, protagonista della  mostra ''La Stampa fotografa un'epoca'', allestita fino al 22 maggio  nella cornice della Corte Medievale, cuore di Palazzo  Madama (Torino).

Leggi tutto

francobollo





Ossigeno
Giornalisti, Scola: occorre un ascolto reciproco per ritrovare il senso della verità

I giovani sono destinati a credere alle bufale in rete se non dispongono di buone basi culturali. Per chi si è fermato alla sola scuola dell’obbligo la condivisione di una bufala sale al 31,7%, mentre scende al 28% per chi ha un diploma di scuola superiore, e al 24% tra i laureati. I laureati ci cascano di meno e si accorgono di una notizia falsa condivisa da un proprio amico/follower.
Nove giovani su dieci, dai 20 ai 34 anni, usano lo smartphone per informarsi, condividere news, chattare su messenger. La rete ormai è una parte integrante della loro vita, il web un mezzo indispensabile per informarsi.

Leggi tutto




scola






libro
Il Libro
Visioni e storie di ordinaria follia

Amen, in più di trent’anni, ha condotto telegiornali, affrontato dirette, realizzato servizi di ogni genere. Così, in queste pagine, ci svela il mondo della televisione, con i suoi protagonismi, le sue risorse, i suoi tic. E racconta anche i personaggi e le storie nelle quali si è imbattuto: soprattutto vicende di persone qualsiasi che rivelano lo straordinario della quotidianità.

Leggi tutto


amen





Sentenza
Cassazione: "Su Facebook diffamazione attenuata"

La diffamazione su Facebook non può essere equiparata a quella sulla stampa anche se raggiunge potenzialmente un pubblico più vasto. Lo ha sancito la quinta sezione della Corte di Cassazione - sentenza 4873/17 - respingendo il ricorso del procuratore della Repubblica di Imperia che aveva impugnato per "abnormità" l'ordinanza con cui il gip aveva riqualificato un fascicolo relativo agli "apprezzamenti" via Facebook pubblicati da un imputato catanese di 60 anni nei confronti di un terzo, fatto avvenuto a Diano Marina nell'estate del 2013.


Leggi tutto




facebook









Premi
Riccione: a giugno tornano i DIG Awards


Tornano i DIG Awards, premi internazionali dedicati al giornalismo d’inchiesta video che saranno assegnati a Riccione durante il prossimo DIG Festival, in programma dal 23 al 25 giugno 2017. La manifestazione, organizzata dall’Associazione DIG continua a sostenere attivamente il giornalismo investigativo, mettendo in contatto reporter di ogni nazionalità con i più importanti operatori del settore. Come già accaduto nel 2016, dedica inoltre particolare attenzione alle forme più innovative di giornalismo investigativo: dalle inchieste digitali alle esperienze più interessanti di “hacking journalism”, capaci di portare alla luce notizie e scandali di portata internazionale attraverso sofisticati strumenti informatici. 


Leggi tutto








Il LIbro
Tutto un anno, foto per foto

"PHOTOANSA 2016", un libro che racconta gli eventi principali dei 365 giorni dell’anno appena trascorso, attraverso le immagini dei reporter dell’Agenzia. “Sono tanti o pochi dodici anni di notizie raccolta in altrettanti libri fotografici? Dipende dall’unità di misura. Rappresentano un attimo oggi, nel momento della vita di informazione in cui tanti quotidiani si apprestano a celebrare, o hanno già festeggiato, il loro centenario, o addirittura il loro secolo e mezzo di vita. Ma costituiscono una realtà considerevole in una fase in cui i fatti sono sminuzzati, istante per istante, tra pc, tablet, smartphone, tv di ogni foggia, e in parte raccolti dalle ridotte retroguardie della carta”, come spiega Giulio Anselmi, Presidente Ansa, nell’introduzione.

Leggi tutto
terremoto
 
Rassegna Stampa
I quotidiani battono i social

(Il Messaggero, 1 febbraio 2017)
Soffocare di bufale si può. Teorie false, fake news e leggende di cui si alimenta la rete, tra social e siti incontrollati, possono fare danni importanti (…). Ma i fatti dimostrano che, se notizie e informazione sono «i contenuti mediali più strategici», considerati «irrinunciabili dalle persone», è comunque il Newsbrand a vincere perché «la credibilità» è tutto. Ed è quindi ancora la stampa quotidiana, con tutte le sue declinazioni digitali (mobile, tablet, desktop e app) a «guidare il gioco dell’influenza sociale» e a «rappresentare un argine alla massa di contenuti che arriva dal web con poca o nessuna mediazione, rendendo l’informazione vulnerabile alle derive della post-verità».

Leggi tutto

quotidiani  
editoria
Editoria
Mezzo secolo di storia dell'informazione e della comunicazione in Italia

Cinquecento pagine con l’elenco dei giornalisti iscritti all’Ordine, le testate e le redazioni dell’epoca, in un volume con copertina in pelle rosso vermiglio. Si presentava così, nel 1968, esempio unico nel panorama dei prodotti stampati, il primo numero dell’Agenda del Giornalista, da un’illuminata idea di Achille Cardini.
 agenda






libro

Il Libro
Un'indagine sociologica disegna il ruolo dell'informazione

Nell’era “liquida” della globalizzazione, della complessità più che della complicazione, dell’individualismo e della personal communication, riflettere sulla funzione sociale dell’informazione significa soprattutto considerare le conseguenze dell’interconnessione fra politica, economia, finanza e cultura,  intese come universo di conoscenze conoscibili.
Indagine a tutto tondo sul ruolo dell’informazione secondo i paradigmi della sociologia del giornalismo, è il saggio “Giornalismi e società” (Mondadori Università, 2017) del giornalista televisivo Francesco Giorgino.




giorgino